Parma, “la petite capitale”

Capitale del buon gusto, del bel vivere e della musica, Parma è decisamente un gioiello di eleganza che merita di essere visitato.

Retta prima dai Farnesi, poi dai Borboni ed infine da Maria Luigia d’Asburgo, la città di Parma conserva tutte le caratteristiche della città di corte e, con la sua “rive gauche”, la sua “rive droite” e la sua Galleria Nazionale, museo degno del Louvre si guadagna a pieno titolo l’appellativo di “petite Paris”.

L’influenza francese iniziò già durante il dominio borbonico e sotto le direttive della duchessa Louise Elizabeth detta “Babette”, figlia del re di Francia Luigi XIV (il Re Sole), che invitando nella sua nuova città artigiani e artisti parigini, diede al Ducato una nuova immagine. Ma colei a cui viene maggiormente attribuito il merito dell’eleganza e della ricchezza monumentale di Parma è Maria Luigia d’Asburgo, gran Duchessa d’Austria e moglie di Napoleone. Sovrana illuminata e amante dell’arte, della musica e del profumo delle violette (a lei si deve la famosa “Violetta di Parma”, poi prodotta da borsari e venduta nel negozio oggi sito in Via della Repubblica), Maria Luigia verrà ricordata per avere arricchito la piccola capitale di tutti quei monumenti, primo fra tutti il Teatro Regio, che ancora oggi la rendono un elegante gioiello del neoclassicismo.

Una passeggiata nel centro di Parma permette di respirare a pieni polmoni quella che a piace chiamare la “cultura della bellezza”, quella cultura che rimane intatta epoca dopo epoca e che si esprime, si, nella maestosità del Palazzo della Pilotta, nella rilassante perfezione dei percorsi del Parco Ducale, ma anche nei borghi del centro, quelli in cui si possono trovare le pittoresche fiorerie, i ristorantini in stile bistrot e i negozi più eleganti.

Vi consiglio caldamente due passi tra Borgo Giacomo Tomassini e Borgo XX Marzo: potrete rifarvi gli occhi guardando le vetrine di boutique d’eccellenza, come O’, che con le sue molteplici vetrine vanta una selezione invidiabile sia di brand affermati che di ricerca (Lanvin, Balenciaga, Salvatore Ferragamo, Proenza Schouler, Givenchy, Prada, Fendi, Carven, Yves Saint Laurent, Jimmy choo, Mary Katrantzou, J brand, Agnona,solo per fare qualche nome…).

Oppure potrete farvi stupire dai colori di Molly, boutique all’avanguardia in Via Nazario Sauro, che seleziona pezzi forti firmati See by Chloé, Paul Smith, Shine, Circus Hotel, Nfy, Antonio Marras, Semi-couture, Attic&Barn e K-way.

Infine potrete lasciarvi emozionare dalle vetrine della più bella boutique vintage che mi sia mai capitato di visitare: si chiama Gazzabuglio, ed è un piccolo gioiello fashion alla fine di Borgo XX marzo. La titolare, una signora estremamente gentile che profuma intensamente di passione per la moda e per l’eleganza senza tempo, colleziona per le sue clienti pezzi unici e perfettamenti tenuti. Come nel nido di una gazza ladra, nel suo negozio troverete abiti e accessori vintage dei marchi più iconici: borse e bijoux di Chanel, di Louis Vuitton, di Hermes, in un adorabile guazzabuglio (da qui il gioco di parole) di pezzi d’arredo d’epoca e libri sulla moda. Tutto è in vendita, tranne quest’ultimi, che la signora desidera gelosamente tenere per sè.

A perfetta conclusione di questo itinerario nella moda di ogni epoca, un tuffo nei profumi d’autore selezionati dalla profumeria Biba, che troverete poco più in là, in Borgo San Biagio: Dyptique, Montale, Artisan Parfumer, solo per citare qualche brand di fragranze; Annayake ed Erno Lazlo, per quanto invece riguarda la cura della pelle.

Capital of taste , good living and music, Parma is definitely a jewel of elegance that deserves to be visited.

Dominated by Farnsworth first , then by the Bourbons and finally Marie Louise of Habsburg , the city of Parma retains all the characteristics of the city and the court , with his ” rive gauche ” , his ” rive droite” and its National Gallery , worthy of the Louvre museum, Parma deserve to be called ” petite Paris”.

The French influence began during the Bourbon rule, under the direction of the Duchess Elizabeth Louise, called ” Babette ,” daughter of Louis XIV ( the Sun King ) , who invited his new city artisans and artists in Paris , gave the Duchy a new image. But the one who did the most work for the elegance of Parma was Marie Louise of Habsburg , Duchess of Austria and wife of Napoleon. Enlightened rulert and lover of art, music and the scent of violets ( she wanted the famous fragrance ” Violetta di Parma ”  to be producted) , Marie Louise will be remembered for having enriched the small capital of all those monuments, first of all the Teatro Regio, that still make an elegant gem of Neo-Classicism .

A walk in the center of Parma allows you to breathe deeply to what I like to call the “culture of beauty”, that culture that remains intact age after age , and that is expressed  in the majesty of the Palazzo della Pilotta, in the relaxing perfection of the paths in the Parco Ducale , but also in the streets of the center, the ones where you can find the picturesque flower shops , the bistro -restaurants  and the most elegant shops.

I strongly recommend a stroll among Borgo Borgo XX and James Tomassini March: you can love the windows of boutiques of excellence , such as O ‘ , which with its multiple windows boasts an enviable selection of both established brands and research ( Lanvin , Balenciaga, Salvatore Ferragamo , Proenza Schouler , Givenchy, Prada , Fendi, Carven , Yves Saint Laurent , Jimmy choo , Mary Katrantzou , J brand, Agnona , just to name a few … ) .

Or you can amazed yourself by colors of Molly , cutting-edge boutiques in Via Nazario Sauro, which selects highlights pieces signed by See by Chloé , Paul Smith , Shine, Circus Hotel, NFY , Antonio Marras , Semi -couture, Attic & Barn and K-way.

And finally you can let emotions from the windows of the most beautiful vintage boutique that I have ever visited : it is called Gazzabuglio and it is definitely a little fashion gem at the end of Borgo XX March. The owner, a very nice lady that smells strongly of passion for fashion and timeless elegance , collects for its customers unique pieces in perfect mint conditions.  As in the nest of a magpie , in her shop you will find vintage clothing and accessories of the most iconic brands: handbags and jewelry by Chanel, Louis Vuitton , Hermes , in an adorable mess (hence the pun) of pieces d ‘antique furniture and books on fashion. Everything is for sale except the books: she wants jealously to keep them for herself…

As a perfect end to this journey in the fashion of every period , I suggest a dip in the scents of Biba, an artistic perfumery shop , that you will find a little farther on , in Borgo San Biagio: Dyptique , Montale , Artisan Parfumer , just to name a few brands of fragrances you’ll find; Annayake and Erno Lazlo, to name some of the skin care brands.

 

Chic addresses in Parma:

 

O’ Borgo Giacomo Tommasini, 8

43100 Parma Italy

Tel.0039 (0)521 207319

 

Molly Via Nazario Sauro, 15

43100 Parma Italy

Tel.0039 (0)521 234532

 

Gazzabuglio

Borgo XX marzo, 13/b

43100 Parma Italy

Tel.0039 (0)521 283379

 

Biba

Borgo San Biagio, 8/A

43100 Parma Italy

Tel. 0039 (0)521 208808

 

Photo credits: The Chic Advisor

Annunci