Quando c’è stile, chapeau!

Visto anche tra gli stand di White Milano Show, regno dell’avanguardia e delle collezioni di alto profilo, il brand del cappello per eccellenza continua il suo viaggio attraverso le epoche.

Indossato da personalità importanti e icone di stile di ogni tempo, diventato sinonimo di eleganza distintiva e qualità “made in Italy”,  oggi, pur senza tradire la preziosa eredità del passato, il cappello Borsalino si inserisce perfettamente nello stile contemporaneo più ricercato e moderno, conservando comunque la sua forte identità.

Era il 1857 quando Giuseppe Borsalino apriva il primo laboratorio per la produzione di cappelli portando in Italia l’esperienza maturata presso un cappellificio di Parigi e ponendo le fondamenta di quella che oggi è considerata la più prestigiosa azienda di cappelli al mondo,  un marchio che è una garanzia di qualità e di sapiente artigianlità,  una leggenda di stile senza tempo la cui storia arriva fino ai giorni nostri e ricalca quella dell’accessorio stesso.

Che sia un dettaglio capace di dare personalità ad ogni abbigliamento è innegabile. Come non ricordare la stupenda Audrey Hepburn, che seppur amante della filosofia “less is more” e preferendo la semplicità agli eccessi, non rinunciava mai ad abbinare ad un semplice tubino nero, tese larghe e copricapi originali. Oppure il trench e Borsalino di Humphrey Bogart ed Ingrid Bergmann .

Non dimentichiamo neppure che anche la mitica Coco Chanel, immortale modello di classe, amava i copricapi ed iniziò la sua carriera di stilista realizzandoli per diletto.

Also seen in the stands of White Milano Show, reign of the vanguard and high-profile  collection, the hat’s brand  for excellence continues its journey through the ages.

Worn by important personalities and style icons of all time, become synonymous with distinctive elegance and quality “made in Italy”, today,  without betraying the precious heritage of the past, the Borsalino hat fits perfectly into the most sophisticated modern and contemporary style, retaining its strong identity.

It was 1857 when Giuseppe Borsalino opened the first laboratory for the production of hats in bringing the Italian experience in a hat factory in Paris and laying the foundation of what is now considered the most prestigious company in the world of hats, a brand that is a guarantee of quality, a timeless style legend whose story comes to the present day and is similar to that of the accessory itself.

Whether it’s a detail that can give personality to any clothing is undeniable. How can we forget the beautiful Audrey Hepburn, which, although a lover of philosophy “less is more” and preferring the simplicity of the excesses, never let to be combined with a simple little black dress, wide-brimmed hats and original. Or the trench and Borsalino of Humphrey Bogart and Ingrid Bergmann.

Do not forget  that even the legendary Coco Chanel, immortal class icon, loved the hats and began his career as a designer producing them for pleasure.

Il fascino del cappello sta proprio nella sua facoltà di dare carattere ad ogni outfit. Giocando con gli abbinamenti è possibile  ottenere effetti stilistici diversi e sempre interessanti: con il giusto cappello è facile divertirsi a sfoggiare look estremamente sensuali e femminili o forti ed androgini, stravaganti e bohemien, o delicati e romantici.

Ogni outfit, dal più classico al più eclettico, con un cappello in testa sarà una vera e propria dichiarazione di personalità, che difficilmente passerà inosservata.

The charm of the hat lies in its power to give character to any outfit. Playing with the combinations you can get different and always interesting stylistic effects: only choosing the right hat is possible to become extremely sensual and feminine, strong and androgynous, quirky and bohemian or delicate and romantic.

Each outfit, from the most classic to the most eclectic, with a hat on the head will be a real statement of personality, which hardly go unnoticed.

Photo from Borsalino, The Citizens of Fashion, Marcdesa, FallCollection

Annunci